bellezza inverno

L’inverno ti fa bella: c’è un intervento estetico per ogni stagione

Gioca d’anticipo. Sebbene, da un punto di vista chirurgico, non esiste una stagione ideale per sottoporsi ad interventi di chirurgia plastica, tuttavia, il periodo invernale è sicuramente il più gettonato tra le pazienti. Ciò che incide nella scelta di sottoporsi ad un intervento nei periodi freddi è la volontà di raggiungere il proprio obiettivo prima dell’inizio delle prossime vacanze estive, unita alla voglia di togliersi definitivamente di dosso un problema rimandato da tempo e per il quale occorre un buon periodo di recupero. Indubbiamente l’inverno è il periodo migliore, soprattutto se si parla di interventi al tronco e alle gambe.

Gli interventi più richiesti in inverno sono la liposuzione, l’addominoplastica, la blefaroplastica, il lifting del viso, delle braccia e delle cosce.

Tutti interventi che consistono nell’asportazione di pelle e grasso in eccesso. La liposuzione è una metodica che viene impiegata per modellare il profilo corporeo rimuovendo il grasso in eccesso da pancia, fianchi, ginocchia e braccia. Il lifting del viso permette di ottenere un ringiovanimento del volto, attraverso l’eliminazione della pelle in eccesso. La blefaroplastica elimina i segni di invecchiamento delle palpebre, derivanti da un eccesso di pelle e di grasso, come ptosi (palpebre cadenti), borse e occhiaie.

Per quanto riguarda gli interventi al seno, i più eseguiti in inverno sono la mastoplastica riduttiva e la mastopessi.

Si tratta di interventi che hanno una stigmate cicatriziale più importante della mastoplastica additiva. Affrontando l’operazione adesso si avrà una guarigione completa prima dell’estate. Inoltre, la convalescenza durante il periodo freddo è più rapida e piacevole soprattutto quando, dopo l’intervento, è necessario indossare guaine e reggiseni contenitivi.

Tutti questi interventi lasciano cicatrici che, per quanto minime, risultano naturalmente esposte ai raggi solari.

Dopo l’operazione la pelle è più sensibile e per i primi mesi è bene evitare l’esposizione solare. Il sole diretto, infatti, può determinare delle discromie, cioè delle alterazioni di colore sulla cicatrice che, così, appare nel tempo più evidente. Inoltre, in inverno si suda meno e fa meno caldo e questo permette una più veloce e ottimale guarigione delle cicatrici specie se collocate nelle pieghe.

Anche per alcuni trattamenti di medicina estetica vale la stessa regola.

Indubbiamente i trattamenti di medicina estetica hanno meno stagionalità anche se ci sono trattamenti che è meglio eseguire in inverno come i peeling, i trattamenti laser per le macchie e le teleangectasie. Si tratta di trattamenti che migliorano la compattezza e il tono della pelle consentendole di difendersi ed affrontare al top la stagione estiva successiva.

Commenta con Facebook