Le mani non mentono! Quante volte vi capita di osservare una donna ben curata in viso e di darle un’età diversa da quella biologica mentre invece guardandole le mani non avere dubbi. Troppo spesso ci prendiamo cura della pelle del nostro viso tralasciando quella del collo, del decolletè e delle mani. Eppure anche queste sono zone cosiddette esposte.

Se con qualche punturina in viso riusciamo a dimostrare qualche anno in meno, la cute non opportunamente curata di altre parti del corpo non mente sulla nostra vera età. La pelle delle mani, rispetto a quella del viso e del collo è, infatti, molto più sottile e fragile, esposta ai raggi UV, all’azione delipidizzante di saponi e detersivi che contribuiscono alla sua disidratazione ed al suo invecchiamento.

Rispetto poi ad altre parti del corpo, sul dorso delle mani le antiestetiche macchie solari compaiono più precocemente. Le case farmaceutiche hanno quindi pensato di introdurre sul mercato dei medical device e dei cosmetici domiciliari specifici per il trattamento della pelle delle mani ed il mantenimento dei risultati.

Le parole d’ordine sono: idratare, rimpolpare e distendere la cute del dorso di una mano scheletrita e disidratata.

Per il ringiovanimento delle mani esistono dei prodotti e dei trattamenti specifici in grado di migliorare l’assottigliamento cutaneo.

I dermafiller specifici nel trattamento dell’ipotrofia della cute delle mani come l’idrossiapatite di calcio (Radiesse) e l’acido ialuronico di media densità sono in grado di promuovere la neo-collagenogenesi con rimpolpamento e progressiva distensione dei tessuti.

I peeling chimici esfoliano, levigano, migliorano il colorito della pelle delle mani rendendola più compatta e luminosa.
I biorivitalizzanti a base di complessi aminoacidici, vitamine A ed E, estratti di placenta e polidesossiribonucleotidi inducono le cellule a produrre elastina.

Anche la chirurgia plastica trova applicazioni in questo settore. Il lipofilling ha tra le sue indicazioni anche il ringiovanimento del dorso delle mani. L’iniezione del proprio grasso a livello sottocutaneo, ricco di cellule staminali, induce un rimpolpamento del sottocute ed un miglioramento della texture e del colorito della cute.