La mastopessi è un intervento indicato nei casi in cui vi sia una caduta della mammella situazione che può determinarsi in seguito ad allattamento, brusca diminuzione del peso, invecchiamento. L’eccessivo peso della mammella  determina un inestetismo allorché l’areola si colloca in una posizione non naturale, cioè al di sotto  della proiezione sul torace del solco sottomammario. Esistono tre gradi di ptosi: lieve, moderata e grave.

Intervento
L’intervento viene condotto in anestesia generale. A seconda del grado di ptosi, l’incisone può essere periareolare, verticale (periareolare e tra areola e solco), a T invertita (periareolare, tra areola e solco e al solco sottomammario).
L’obiettivo è quello di ottenere il risollevamento del seno cadente.

Postoperatorio
Dopo l’intervento è consigliato indossare reggiseni confortevoli, non praticare sport o attività faticose per 4 settimane. È opportuno massaggiare le cicatrici con creme elasticizzanti e/o creme ad azione preventiva la formazione di cheloidi.